giovedì 17 dicembre 2015

Panettone Gastronomico

Ecco qua...finalmente sono riuscita a postare la ricetta del panettone "salato", così lo chiamo io, ma in realtà oltre a poter essere farcito con formaggi, salumi, creme salate, salmone, etc etc, si sposa  benissimo anche con i sapori dolci e delicati, infatti in questo post vi darò solo la ricetta con cui ho preparato la base senza alcun tipo di farcia...a voi la scelta, potete sbizzarrirvi. Naturalmente se lo usate con il salato diventerà un ottimo ed originale antipasto se lo farcirete con il dolce beh sarà un ottimo dessert! Io per la farcitura uso sempre due fette alla volta altrimenti sarebbe troppo, però se a voi piace bello carico provate e poi fatemi sapere. Purtroppo non sono riuscita a fare tutte le foto come avrei voluto perché mentre preparavo non riuscivo ad usare la macchina fotografica, infatti nella letterina a Babbo Natale quest'anno c'è anche la richiesta di un super cavalletto per la macchinetta fotografica, così potrò essere super operativa e girare anche filmati...diventerò tecnologica!!!! Questa ricetta è della scuola di pasticceria che ho frequentato, in questo caso non si usa preparare la biga ma impastare tutti (quasi tutti) gli ingredienti insieme e poi l'ho personalizzata con i tempi di lievitazione e cottura, io mi sono trovata molto bene, certo i tempi sono un po' lunghi e per chi lavora consiglio sempre di usare i week end per fare le prove!!!


PANETTONE "SALATO"

ingredienti:

  • 340 gr di farina forte (manitoba)
  • 175 gr di latte
  • 15 di lievito compresso
  • 100 gr di farina tipo "00"
  • 100 gr di uova
  • 75 gr di burro
  • 15 gr di zucchero
  • 7 gr di sale

preparazione:

Iniziamo sciogliendo il lievito nel latte tiepido. Nella ciotola della planetaria unire tutti gli ingredienti tranne il burro ed il sale che verranno aggiunti in seguito. Lavoriamo il tutto nella planetaria con il gancio finché l'impasto non risulti ben elastico e si stacchi facilmente dalle pareti della ciotola. A questo punto aggiungere il burro a piccole dosi e solo quando il burro precedente sarà completamente assorbito. Ed infine aggiungere il sale e lavorare ancora un pochino (pochi secondi). A questo punto, tirare fuori l'impasto dalla ciotola e lavorarlo su un piano di lavoro leggermente infarinato usando il movimento della pirlatura (pirlare un impasto significa arrotondarlo facendolo girare tra le mani o sul piano di lavoro conferendogli forma sferica regolare, permettendogli una crescita regolare durante la lievitazione). Trasferire nuovamente il composto nella ciotola della planetaria, coprendo con della pellicola trasparente o con del canovaccio per circa un'ora o fino al raddoppio del volume. Trascorso il tempo, riprendere l'impasto e di nuovo usare il movimento della pilatura per sgonfiarlo. A questo punto adagiare l'impasto in uno stampo per panettoni e far lievitare fino a quando il composto non raggiunga il bordo dello stampo, io l'ho lasciato per circa 6 ore poi l'ho infornato a 180° per circa 40 minuti (forno elettrico ventilato). Sfornare e far raffreddare e poi farcirlo a piacere.





Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...