martedì 16 giugno 2015

Pizza Margherita "cake disaster"

...senza pizza non posso vivere...la adoro...la mangeria ogni giorno, ogni momento...in tutti i modi e maniere...insomma non riesco proprio a farne a meno...quindi ogni sabato da me si mangia "PIZZA"...!!!! Quanti esperimenti, prove su prove...ricette di amici, parenti, internet...per far venire la pizza buona come piace a me...sottile, croccante e morbida...!!!! Impossibile??? No no realtà...
Di solito uso il lievito di birra fresco, mezzo panetto, ma ultimamente avvicinatami al biologico o almeno ci provo, ho trovato un lievito per pizze e torte salate della baule volante istantaneo che rende la pizza ancora più buona.
La prima volta che ho usato il lievito biologico l'impasto non cresceva e mi sono spaventata...ma ho continuato ugualmente a seguire tutto il solito procedimento. Così una volta messa la pizza in forno ha iniziato a lievitare e diventare bellissima...dopotutto è istantaneo...ho pensato io...così la volta dopo ho eliminato la fase di lievitazione e l'ho subito messa in forno a cuocere...assolutamente SBAGLIATO...ho dovuto buttare tutto...non è venuta bene per niente. Così dalle volte successive anche con il lievito biologico istantaneo ho sempre seguito il procedimento di lievitazione classico!!!
PIZZA MARGHERITA
ingredienti:
  • 500 gr di farina "00"
  • 1/2 cubetto di lievito fresco (oppure una bustina di lievito biologico istantaneo)
  • 2 cucchiai di olio
  • 300 ml di acqua temperatura ambiente
  • 10 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
PREPARAZIONE:

Mettere la farina nella planetaria. Far sciogliere il lievito nell'acqua insieme allo zucchero, aggiungere l'olio. Versare i liquidi a filo nella planetaria ed azionare il gancio. Impastare per 5 minuti. Aggiungere il sale ed impastare per altri 10 minuti, finché il composto non si stacchi facilmente dal gancio. Prendere l'impasto e porlo su una spianatoia infarinata, impastare per qualche minuto per renderlo più liscio ed omogeneo e poi metterlo in un contenitore abbastanza capiente infarinato coprendolo con della pellicola trasparente e due canovacci e far lievitare in un posto asciutto (di solito lo metto nel forno intiepidito). Farlo riposare per 5 ore. Trascorso il tempo necessario, riprendere l'impasto, stenderlo su una spianatoio infarinata e formare dei panetti. Se volete una pizza alta e cicciotella fare 2 panetti se le volete un po' più sottili fatene 3. Una volta formate i panetti, lasciarli sulla spianatoia e lasciarli lievitare per un'altra ora coperti da un canovaccio. Passata l'ora iniziare ad allargare a mano i panetti e stenderli ciascuno su ogni teglia precedentemente bagnata con un goccio di olio. Io ho condito con della salsa di pomodoro fatta in casa, origano e tanto formaggio filante e scamorza. Cuocere per circa 20 minuti in forno preriscaldato a 220°.
N.B.: Nel caso in cui non siete forniti di planetaria potete usare il metodo classico, farina su una spianatoia, scavare al centro e liquidi a filo ed iniziare ad impastare a mano finché il composto non risulterà liscio ed omogeneo e poi tutto il resto del procedimento uguale...

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...